In questa sezione vi illustriamo i nostri progetti in DAD, studiati appositamente per la realtà virtuale e la didattica a distanza.

La durata della lezione è di 1,5 ore e il costo è di 62 euro.

Per qualsiasi informazione o richiesta particolare, ci trovate allo 0423 300465, dal lunedì al venerdì,  dalle 9 alle 14:00, oppure potete mandarci una mail a info@memorialegrandeguerra.it

PER TUTTI

ESPLORAZIONI

VISITA GUIDATA SENSORIALE AL MEVE

Scuola pr. (classi 3°, 4°, 5°)

I cinque sensi ci guidano alla scoperta della storia attraverso tutte le sezioni del MeVe. La visita è studiata  per garantire la corretta e attenta fruizione anche da parte dei più piccoli.

VISITE GUIDATE GENERICHE AL MEVE

Visita guidata a tutte le sezioni del Memoriale

VISITE GUIDATE TEMATICHE AL MEVE

I. Guerra e Mass-media

Un percorso tra immagini e parole di guerra.

II. Corpi

Dalla vita in trincea alla medicina di guerra il percorso illustra la difficile quotidianità di soldati e reduci.

III. Tecnologie

Dalle nuove armi alla chiusura lampo, un viaggio tra le scoperte che hanno cambiato la storia.

VIAGGIO NELLA BELLEZZA  – VILLA CORRER PISANI

Scuola pr. (tutte le classi) e sec. di I grado

La Villa Veneta tra 600 e 700.

Visita guidata al complesso di Villa Correr Pisani

PER LE SCUOLE  PRIMARIE

LA CITTÀ CHE VORREI – SPECIALE EDUCAZIONE CIVICA

Costituzione, Agenda 2030 ONU, Storia dell’Unione Europea e Cittadinanza Digitale da sempre costituiscono gli orizzonti che guidano tutta l’attività didattica del MeVe. A partire dall’a.s. 2020/21 l’attuazione della L. 20 agosto 2019, n. 92 che ha introdotto per le scuole di ogni ordine e grado l’insegnamento scolastico all’Educazione Civica diventa un’occasione in più per confrontarci assieme su questi temi.

I. Di sana e robusta…Costituzione!

Laboratorio gioco sui diritti e sui doveri di tutti.

II. Sotto un cielo stellato

Laboratorio alla scoperta dell’Europa.

PER LE SCUOLE  SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO

CANTIERI DI STORIA  – CONOSCERE LA STORIA, CAPIRE IL PRESENTE

False notizie e fake news

Dalle trincee ai social, dalla Spagnola al Covid19, ripercorriamo 100 anni di false notizie

Guerre totali

Percorso di approfondimento sulle guerre moderne e i diritti universali.

Europa Unita

Storia di un lungo cammino tra passato, presente e futuro.

La storia “con i se e con i ma”

…e se la pistola di Gavrilo Princip si fosse inceppata? E se Hilter avesse vinto la guerra? Un percorso alla rovescia per capire come è andata davvero la storia del ‘900!

PER LE SCUOLE  SECONDARIE DI SECONDO GRADO

Totalitaria

Role playing per capire come sono nati i totalitarismi tra le due guerre e per comprendere l’importanza della Costituzione italiana.

False notizie e fake news

Dalle trincee ai social, dalla Spagnola al Covid19, ripercorriamo 100 anni di false notizie. Il laboratorio parte analizzando alcune celebri false notizie circolate durante la Grande Guerra. Riprendendo poi la lezione sulle false notizie articolata dallo storico Marc Bloch, la riflessione si sposta al fenomeno delle fake news contemporanee, con analisi di alcuni casi recenti. Partendo da questa analisi verranno forniti strumenti utili alla lettura e all’interpretazione delle fonti d’informazione. In chiusura il laboratorio riprende alcune vicende storiche documentate che hanno visto il rifiuto da parte della popolazione civile alle campagne vaccinali (durante la Grande Guerra e negli anni ’30) per toccare aspetti di attualità legati al fenomeno del negazionismo del Covid19.

Guerre Totali

Partendo dai conflitti mondiali e dalle guerre attualmente in corso, il laboratorio ripercorre il cammino che ha portato all’evoluzione della legislazione sui diritti umani. L’ultima parte del laboratorio chiama i ragazzi a riflettere sulla loro scuola e sulla loro città partendo da due domande: si tratta di luoghi in cui tutti i principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani vengono rispettati in pieno? Ci sono aspetti che miglioreresti?

Mostra “Edison: l’uomo che inventò il futuro”

 Visita guidata 

La mostra è dedicata alla figura di Thomas Alva Edison, uno dei più grandi inventori della storia. La scelta di dedicare l’iniziativa a questo personaggio è legata alle commemorazioni per i 150 anni dal primo brevetto riconosciutogli, un registratore di voto elettrografico risalente al 1869, e all’esigenza di riproporre una riflessione sull’importante e poco conosciuto contributo che egli diede, in qualità di inventore, alla Marina Militare degli Stati Uniti d’America nel corso della Prima Guerra Mondiale.

La mostra espone centinaia di importanti reperti, documenti e monografie dal grande valore storico, scientifico e culturale, appartenenti alla collezione di John Paul Kurdyla, uno dei più grandi collezionisti al mondo dell’opera di Edison. Il percorso di visita, che si articola lungo l’allestimento permanente del MeVe, rappresenta un’opportunità per conoscere le tante invenzioni che hanno segnato lo sviluppo tecnologico dell’ultimo secolo.

Per informazioni, inviaci una email

2 + 2 = ?