CON-FINE: luoghi e uomini raccontano 100 anni di paesaggio

Valle del Biois 1918 – 2018

Inaugurazione venerdì 3 dicembre alle 15:30

La mostra sarà visitabile dal 04 dicembre negli orari di apertura del MeVe (mart-ven 14:30-18:00/sab e dom 10:00-18:00).

Collocata in una delle sale affrescate di Villa Correr Pisani, la mostra restituisce parte del materiale raccolto nell’ambito dell’omonimo progetto di ricerca coordinato dall’Istresco di Treviso e finanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del Bando per la valorizzazione dei territori del Veneto colpiti dall’Evento Vaia (27-30 ottobre 2018) in memoria delle vicende storiche della Prima Guerra Mondiale. D.G.R. n. 870 del 30 giugno 2020.

Un filmato sintetizza le interviste realizzate nel corso dell’ultimo anno da un gruppo di ricercatori che si sono concentrati sulle testimonianze della Valle del Biois, ripercorrendo la vita delle comunità locali negli ultimi 100 anni. Tra la Grande Guerra e la tempesta Vaia un secolo di trasformazioni economiche, sociali e culturali, scandite dalle biografie di uomini e donne illustri e da tragedie come l’alluvione del 1966.

La sala dedicata al progetto ospita anche alcuni oggetti iconici, come la valigia utilizzata da Albino Luciani nel viaggio per Roma in vista del conclave, prestata dal Museo – Casa Natale di Albino Luciani Papa Giovanni Paolo I.

Il progetto è realizzato in collaborazione con il Comune di Montebelluna, partner scientifico di progetto attraverso il MeVe – Memoriale Veneto della Grande Guerra, e con i comuni di Vallada Agordina, Falcade e Canale D’Agordo.

Tra gli altri partner scientifici di progetto l’AISO-Associazione Italiana di Storia Orale e l’Isbrec di Belluno


Per info e prenotazioni 0423 300465 (Museo) / 23048 (MeVe) – info@memorialegrandeguerra.it