UNO PER TUTTI

IL VIAGGIO DEL MILITE IGNOTO

04.11.1921-04.11.2021

Il 4 novembre del 2021 ricorrono i 100 anni della traslazione a Roma della salma del Milite Ignoto. Il viaggio del Milite, partito da Aquileia il 29 ottobre, fu al centro di un intenso e spontaneo moto di partecipazione popolare, dando vita di fatto all’ultima manifestazione pubblica dedicata al ricordo della Grande Guerra non inquadrata nella dinamica organizzativa del regime fascista.

Il Comune di Montebelluna partecipa a questa ricorrenza conferendo la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto e promuovendo, attraverso il MeVe – Memoriale Veneto della Grande Guerra il progetto “Uno per tutti. Il viaggio del Milite Ignoto”.

Obiettivo del progetto è la creazione di una rassegna di eventi dedicata all’approfondimento e alla riflessione su questo importante centenario, per comprendere le complessità politiche e sociali innescate dalla Grande Guerra e per riflettere al contempo sui conflitti della contemporaneità. In particolare il centenario diventa oggi l’occasione per capire come le ricorrenze e le celebrazioni legate alla Grande Guerra possano inserirsi nel dibattito contemporaneo favorendo processi di cittadinanza attiva, in un orizzonte caratterizzato dal bisogno condiviso di prendere consapevolezza del passato al fine di promuovere società pacifiche e stabili, anche all’interno della cornice europea e internazionale. Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’Istresco – Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea nella Marca Trevigiana.

Programma delle iniziative:

29 ottobre ore 18.30-21.00

MeVe – Memoriale Veneto della Grande Guerra

Apertura al pubblico della mostra “Uno per tutti. Il Viaggio del Milite Ignoto”. Visite guidate a partire dalle ore 19.00

La mostra sarà visitabile fino al 09 gennaio durante gli orari di apertura del MeVe.

Concept della mostra:

29 ottobre 1921: il corpo di un soldato caduto al fronte inizia il suo viaggio verso Roma. Viaggia senza nome e identità attraversando un’Italia che ha vinto la guerra ma non trova pace. Raggiunta la meta, comincia per il Milite Ignoto un secolo tormentato da narrazioni pubbliche alterne, tra strumentalizzazioni e oblio. Questa mostra riporta l’orologio della Storia al 1921, cogliendo lo sguardo delle donne e degli uomini che, a migliaia, seguirono il suo viaggio. Un’occasione per entrare nella vita di una collettività a metà strada tra i lutti della Grande Guerra e i conflitti successivi, ma anche un modo per porre, davanti a quell’Altare, nuove domande al nostro presente.

La mostra, realizzata in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Einaudi Scarpa di Montebelluna, si compone di due sezioni: una di approfondimento storico e una legata a una riflessione che si colloca nella contemporaneità. La sezione contemporanea riflette in particolar modo sulle nuove generazioni grazie a una mostra fotografica realizzata dagli studenti della 5B Grafica e Comunicazione.

La mostra riflette sul tema del Milite Ignoto e dei diritti umani, calando questo simbolo della nostra identità nazionale nel presente e nel modo in cui i giovani si rapportano alle eredità memoriali che arrivano dal passato.

La mostra si arricchisce inoltre grazie al contributo dell’opera “Un minuto di silenzio” realizzata dall’artista Laura Omacini durante un’esperienza di residenza che si è svolta al MeVe nel settembre del 2021 in collaborazione con Fondazione Bevilacqua La Masa – Istituzione del Comune di Venezia e CombinAzioni APS.

03 novembre ore 20.45

Teatro “R. Binotto” di Villa Correr Pisani

Milite Ignoto: tappe di un viaggio lungo 100 anni

Marco Mondini, Università degli Studi di Padova, introduce e commenta il film Gloria. Apoteosi del soldato Ignoto, documentario del 1921 restaurato dalla Cineteca del Friuli.

11 novembre ore 20.45

Teatro “R. Binotto” di Villa Correr Pisani

Grande Guerra a processo

Avevano ragione gli interventisti o i neutralisti? Cinque storici alle prese con un dibattito ancora aperto.

Con Eva Cecchinato, Gustavo Corni, Lucio De Bortoli, Paolo Pozzato, Livio Vanzetto

18 novembre ore 20.45

Teatro “R. Binotto” di Villa Correr Pisani

La Guerra Perpetua. Sguardo sui conflitti della contemporaneità

Incontro con Renzo Guolo, docente di sociologia delle culture e sociologia della politica presso l’Università di Padova

LE PROPOSTE PER LE SCUOLE

AULA NEL PAESAGGIO

Per la scuola primaria e secondaria di I e II grado

L’AULA NEL PAESAGGIO: L’Ossario di Santa Lucia di Biadene | durata 3,5 ore

Dopo la visita ad alcune sezioni del MeVe e della mostra “Uno per tutti” la lezione si sposta all’Ossario di Santa Lucia a Biadene di Montebelluna per una geo-esplorazione che consente di leggere gli elementi del paesaggio e il loro rapporto con i monumenti presenti.

VISITE GUIDATE

Per la scuola secondaria di I e II grado

  • Visita guidata alla Mostra “Uno per tutti” | durata 1 ora

La visita ripercorre l’allestimento della mostra, permettendo riflessioni sul presente e sui significati che oggi i monumenti e i linguaggi del passato assumono nel dibattito contemporaneo.

  • Visita guidata tematica al MeVe “Storie di Vita” | durata 2 ore

Le storie di personaggi famosi e di donne e uomini comuni ci aiutano a scoprire aspetti meno noti della Grande Guerra.

LABORATORI DIDATTICI

Per la scuola secondaria di I grado

L’INVENZIONE DEGLI EROI | durata 1 o 2 ore

Un laboratorio che a partire dalla storia di Francesco Baracca riflette sull’origine dei miti collettivi.

 

Per tutti gli eventi è obbligatoria la prenotazione. Per info e prenotazioni: 0423 300465/ 0423 23048 info@memorialegrandeguerra.it