L’Amministrazione Comunale di Montebelluna, assessorato alla Cultura, attraverso il MeVe – Memoriale Veneto della Grande Guerra e in collaborazione con la Fondazione Bevilacqua La Masa – Istituzione del Comune di Venezia promuove una call per una residenza d’artista da svolgersi presso il MeVe nel mese settembre, tradizionalmente caratterizzato da importanti iniziative culturali.

Il tema scelto per la realizzazione della residenza prende spunto da una delle iniziative culturali del territorio, il Festival CombinAzioni che si terrà per l’edizione 2021 dal 9 al 19 settembre nei comuni di Montebelluna (TV), Crocetta del Montello (TV),Trevignano (TV) e Volpago del Montello (TV).

Il tema del Festival che ispira il progetto sarà legato alle parole fraternità e comunità, a partire dal bisogno di un rinnovato sistema di relazioni tra esseri umani e più in generale viventi.

In un periodo in cui, a causa della pandemia, libertà e uguaglianza si sono dimostrate purtroppo fragili, con il progetto della residenza d’artista l’Amministrazione Comunale si propone di contribuire alla riflessione proposta sul principio di fraternità, la meno declinata e più “dimenticata” tra le parole-manifesto della rivoluzione francese.

Il tutto prenderà spunto anche da un punto di vista altro, quello del mondo vegetale, proposto dal neurobiologo Stefano Mancuso come esempio di comunità nel volume “La nazione delle piante”. Le piante sono organismi costruiti su un modello totalmente diverso dal nostro: vere e proprie reti viventi, naturalmente inclini alla collaborazione, capaci di sopravvivere a eventi catastrofici senza perdere di funzionalità. La natura ci offre quindi un’impareggiabile lezione di vita su come costruire una convivenza dinamica e pacifica nel segno del bene comune, che può essere utile ascoltare anche per le società umane.

La residenza oltre che allinearsi con i contenuti del Festival rientra in un più ampio progetto dedicato alla valorizzazione di progetti artistici. Nel Comune di Montebelluna, si terrà infatti nei mesi di agosto e settembre anche la prima edizione di “Visioni Urbane: Artsmeetpeople”. Lo scopo dell’iniziativa è quello di esplorare le possibilità di interazione tra linguaggi artistici e tessuto urbano, generando un percorso inedito e temporaneo che attraverserà vie, slarghi e piazze trasformandole in un vero e proprio museo diffuso a cielo aperto.  “Visioni Urbane” rovescia dunque il paradigma per il quale devono essere le persone a cercare l’arte nei musei, portando l’arte per strada, nei luoghi dove le persone vivono.

Obiettivi del progetto

L’obiettivo della residenza d’artista è la reinterpretazione di alcuni spazi del MeVe a partire da una riflessione sulla guerra come modello antitetico rispetto agli schemi di comportamento adottati – in relazione al rapporto tra propri simili, specie diverse e ambiente – dal mondo naturale.

In particolare l’opera realizzata dovrà consentire una riflessione sul tema del rapporto tra l’uomo e l’ambiente circostante, favorendo una riflessione comparativa e critica tra la “nazione delle piante” di cui parla Stefano Mancuso e la “nazione degli uomini”. In particolar modo il MeVe consente di ragionare sugli aspetti più disfunzionali del concetto di nazione elaborato dall’uomo, ponendosi come luogo in cui interpretare le espressioni della guerra totale e della “Guerra Civile Europea” che insanguinò il continente e il mondo intero dal 1914 fino, almeno, al 1945.

L’artista

L’obiettivo del progetto e della residenza è quello di valorizzare il lavoro di un giovane artista emergente under 30, favorendo la contaminazione tra linguaggi diversi e promuovendo uno sguardo capace di parlare alle nuove generazioni.

La residenza

L’opera verrà realizzata nel corso di una residenza d’artista della durata massima di 15 giorni da distribuire prima, durante e dopo il Festival CombinAzioni, e comunque nel mese di settembre a seconda delle esigenze.

L’artista potrà essere ospitato per tutta la durata della residenza presso la foresteria del Teatro Binotto di Montebelluna, situata nel complesso monumentale del XVII secolo di Villa Correr Pisani, struttura che attualmente ospita il MeVe e i suoi 2.600 mq di esposizione.

All’artista verrà data la possibilità di accedere gratuitamente, previa prenotazione, a tutti gli eventi previsti dalla programmazione del Festival CombinAzioni.

Premio

All’artista selezionato verrà riconosciuto un premio di 3.000 euro lordi.

Giuria

 I componenti della giuria che avrà il compito di realizzare le proposte pervenute saranno individuati tra i rappresentanti della Fondazione Bevilacqua La Masa – Istituzione del Comune di Venezia, della direzione scientifica del MeVe, e dell’Associazione CombinAzioni APS e sarà presieduta da Gabi Scardi.

Modalità di partecipazione

La call è riservata a partecipanti che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 30 anni. La scadenza per la raccolta delle domande è fissata alle ore 12.00 del 26 luglio.

Il testo completo della call e la documentazione necessaria per partecipare sono reperibili al link: https://www.comune.montebelluna.tv.it/c026046/po/mostra_news.php?id=2652&area=H

Per info e contatti:

tel. 0423 23048

info@memorialegrandeguerra.it

www.memorialegrandeguerra.it