EDISON: L’UOMO CHE INVENTò IL FUTURO

ATTENZIONE: la mostra “EDISON, l’uomo che inventò il futuro” è prorogata fino all’11 aprile 2021

Dal 17 novembre 2019, il Memoriale Veneto della Grande Guerra (MeVe), dedica una mostra all’affascinante quanto controversa figura di  Thomas Alva Edison, uno dei più grandi inventori della storia. La scelta di dedicare l’iniziativa a questo personaggio è legata alle commemorazioni per i 150 anni dal primo brevetto riconosciutogli, un registratore di voto elettrografico risalente al 1869, e all’esigenza di riproporre una riflessione sull’importante e poco conosciuto contributo che egli diede, in qualità di inventore, alla Marina Militare degli Stati Uniti d’America nel corso della Prima guerra mondiale.

 La mostra espone centinaia di importanti reperti, documenti e monografie dal grande valore storico, scientifico e culturale, appartenenti alla collezione di John Paul Kurdyla, uno dei più grandi collezionisti al mondo dell’opera di Edison. Il percorso di visita, che si articola lungo l’allestimento permanente del MeVe,  rappresenta un’opportunità per conoscere le tante invenzioni che hanno segnato lo sviluppo tecnologico dell’ultimo secolo.

Con questo progetto il MeVe vuole ribadire l’importanza della Rivoluzione industriale e tecnologica nella comprensione delle trasformazioni che hanno interessato il periodo a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Brevetti e invenzioni hanno cambiato infatti non solo il modo di fare la guerra ma anche la quotidianità e le percezioni di milioni di persone.

Si tratta di un modo diverso e originale per meglio interpretare il rapporto tra la tecnologia e il modo in cui essa può cambiare la Storia.

Si accede alla mostra con il biglietto per il MeVe: vedi la sezione BIGLIETTO E ORARI.