Mostra Gio Batta Sina, chimico-farmarcista e fotografo maniaghese

31 Agosto – 6 Ottobre 2019 presso il Meve

Per la prima volta nel Veneto, verrà aperta al pubblico, presso il MeVe, la mostra fotografica dal titolo Gio Batta Sina, chimico-farmacista e fotografo maniaghese. Immagini di luoghi e personaggi tra il 1890 e il 1917.

Le fotografie in mostra fanno parte del “Fondo Sina”, un fondo di circa 1200 lastre, tutte risalenti al periodo tra il 1890 e il 1917, che venne casualmente sottratto alla distruzione e conservato per oltre quarant’anni da Giovanni Callegari. Negli ultimi due anni il fondo è stato valorizzato attraverso diverse iniziative culturali grazie all’importante contributo del BIM LIVENZA: prima con l’inaugurazione della mostra in diverse località del Friuli nel corso del 2018, poi con la pubblicazione e presentazione del libro Il Fondo Fotografico di Gio Batta Sina 1885-1967, a cura di E. Bellato, G. Callegari, G. e M. Santonocito, edito da Antiga Edizioni nell’aprile 2019.

Nella mostra emerge la straordinaria passione per la fotografia di Gio Batta Sina (1885-1967), nata probabilmente tra le mura di casa quando ancora era bambino e proseguita per tutta la vita, che lo portò a sperimentare sempre nuove forme artistiche di deposito della memoria storico-familiare e a documentare un’epoca piena di stravolgimenti sotto ogni punto di vista.

Le sue fotografie assumono il valore di una forte testimonianza di ferree regole sociali ancora in uso, insieme a sconosciute e pressoché scomparse consuetudini locali di un’epoca, racchiusa tra la fine dell’Ottocento e l’estrema esperienza della Prima Guerra mondiale. Proprio al conflitto è dedicato poi uno spazio importante all’interno della mostra, nel quale si vuole fare emergere sia la ricchezza di informazioni di carattere storico-militare che si celano dietro ciascuna istantanea, sia l’ormai acquisita maestria nello scatto da parte di Sina, ora in grado di immortalare eccezionali eventi bellici come un aereo appena colpito in volo o l’esplosione di una granata sulle colline intorno a Cormons nell’agosto 1916.

La mostra sarà visitabile dal 31 agosto al 6 ottobre 2019, con ingresso libero, nei giorni e negli orari di apertura del MeVe.